Monthly Archives

luglio 2012

Trovare lavoro attraverso un blog

By | Blog, Curriculum, Lavoro | Comments

Un blog può rappresentare un ottimo strumento per promuoversi e trovare lavoro o nuovi clienti. Ma come creare un blog? E cosa scriverci dentro?

Trovare lavoro al giorno d’oggi si sa, è impresa più che ardua.
A volte, senza gli strumenti giusti, può risultare ancor più difficile.
Ancor peggio se, avendo a disposizione quegli strumenti giusti, li si utilizza nel modo sbagliato!

Mi riferisco ai vari Facebook, Linkedin, Twitter (di cui parleremo sicuramente ed approfonditamente più avanti), i social network che possono darti lustro e visibilità, ma che possono anche fungere da spray lavoricida per i potenziali interessati che cliccano sul tuo profilo, se usati in maniera incauta.

Come muoversi in questo mare magnum di informazioni da veicolare per trovare lavoro?
Un suggerimento potrebbe essere quello di creare un unico punto di partenza delle tue informazioni, che riguardano l’interezza della tua persona e che comprendano quindi, non solo le tue esperienze professionali, ma anche quelle relazionali e perché no, anche quelle emotive e più personali, che ti riguardano più da vicino.

Come puoi esprimere tutto ciò? Attraverso un blog.
Come questo, o creato in 5 minuti mediante uno dei tanti servizi disponibili online.

Inoltre ti ricordo che non sei mai solo nell’affrontare certe cose.
Pertanto ti invito a leggere una guida passo passo, un vademecum che potrà esserti d’aiuto durante tutta la fase di progettazione e messa su strada (o dovrei dire su rete…) del tuo blog personale.

Ovviamente questo è solo uno fra i tanti spunti che avrei potuto citarti.
Se te ne servono altri, scrivici pure qui di seguito 🙂

La social reputation: oltre il curriculum vitae

By | Curriculum, Lavoro | Comments

Nell’epoca visiva, dove le infografiche riescono a suscitare più interesse di un testo di 50 righe scritte su word, il curriculum cartaceo ha fatto il suo tempo e si rinnova in altre forme dove il selezionatore ha in modo immediato accesso alle informazioni chiave riguardo al candidato.

In questo interessante articolo di Piarulli Laura si cerca di chiarire la situazione attuale della domanda di lavoro, su come farla e quali siano le modalità di presentazione più valide.

In questo momento, le aziende sono alla ricerca soprattutto di talenti che si distinguono per la loro Social Reputation sui principali siti social, con particolare attenzione a siti come  Linkedin.

Il candidato si espone sui forum di discussione tematici e fornisce al selezionatore informazioni che vanno al di là di un semplice elenco di esperienze lavorative sterili.

Le dinamiche di comunicazione e relazione via internet, l’uso sapiente degli strumenti tecnologici e la strategia di presentazione del proprio profilo professionale sono aspetti del candidato che possono essere discriminanti fra essere un candidato e “quel candidato”, fra essere uno dei tanti ed essere un nome e cognome.

Ecco, quindi, che in un mercato del lavoro dove sempre più sia il candidato sia l’azienda sono diventati “compratori” di lavoro l’uno, e di “know how” l’altro, internet offre la piazza dove conoscersi e scegliersi, prima ancora del colloquio vis a vis.

E tu, utilizzi qualche servizio online per diffondere i tuoi curricula, oppure preferisci affrontare il colloquio alla vecchia maniera, faccia a faccia?

E se proponessimo un Career day campano?

By | Formazione, Lavoro, Senza categoria | Comments

Ad inizio mese a Roma è stata indetta una giornata dedicata all’incontro tra domanda ed offerta di lavoro: dalle 9 del mattino e per tutta la giornata di giovedì 5 luglio, centinaia di giovani in cerca di occupazione si sono accreditati per ottenere un colloquio di lavoro con decine di aziende, anche multinazionali, che hanno aderito all’iniziativa della Provincia.

Secondo le stime ufficiali, il 5 luglio scorso oltre 10.000 persone hanno varcato il portone d’ingresso di Porta Futuro. Questo è quanto ha offerto il “Career day“, evento promosso dalla Provincia di Roma per festeggiare il suo primo anno di vita.

In un momento storico in cui la disoccupazione giovanile tocca punte del 40% nel meridione, creare momenti come quello del 5 luglio, potrebbero essere il primo passo verso un modello in cui ritorna in auge l’importanza del merito, a scapito dell’intermediazione devastante e clientelare della politica.
Magari si potrebbe organizzare il nostro “Career day campano“, proprio per spalancare una nuova porta (o porticina, a seconda dei punti di vista) ai cittadini e, in modo particolare a giovani e donne, che possono trovare numerose opportunità concentrate in un solo giorno.

Pensi possa essere in qualche modo un’idea propositiva di cittadinanza attiva da poter mettere in atto per far fronte alla crisi?
Conosci iniziative significative sul territorio da segnalarci e far conoscere?
Ti piacerebbe partecipare ad una iniziativa del genere?

 

 

 

Entrare nel mondo del lavoro oggi: lo stage

By | Formazione, Istruzione, Lavoro | Comments

Non appare come nuova la notizia che le piccole e medie imprese, spesso guidate da periti, ragionieri o geometri, non ritengono indispensabile nelle “nuove leve” il possesso di elevati livelli di istruzione, ma preferiscono assumere risorse che abbiano delle competenze “tecniche”, meglio se già applicate ad un reale contesto lavorativo.

E qui che si fa strada lo Stage. In un momento come quello attuale di crisi delle assunzioni è un’ottima opportunità per incominciare a lavorare.
Oggigiorno viene stigmatizzato e considerato come strumento per ottenere manodopera gratis ma, andando oltre i luoghi comuni secondo cui gli stage sono solo una “fregatura”, può risultare un percorso utile sia per le Aziende che per i Giovani.

vignetta diversamente occupati

Prima di effettuare un assunzione che comporta una serie di obblighi reciproci, grazie allo stage l’azienda ospitante ha la possibilità di conoscere le reali potenzialità del tirocinante ed una serie di caratteristiche che prescindono dalle competenze di una persona: volontà, disponibilità e capacità di apprendimento. Allo stesso modo il tirocinante può comprendere nel periodo di stage la sua reale propensione verso quell’ambito lavorativo.

Le durate dei periodi di stage variano nella maggior parte dei casi dai 6 ai 12 mesi e l’età media degli stagisti è di 26 anni. In questo periodo l’azienda forma il giovane secondo le proprie esigenze, così da essere maggiormente interessate, a termine del tirocinio, a confermare all’interno dell’organico i propri stagisti.

La furbizia dello stagista sta nello sfruttare al meglio tale periodo, in modo da riuscire a diventare una risorsa utile ed indispensabile per l’azienda.
Ecco allora qualche consiglio per giocarsi al meglio le proprie possibilità di assunzione.

1) Il tirocinio è un’esperienza formativa, quindi se non si ha nulla da fare bisogna cercare di prendere iniziative, fare proposte, chiedere di essere coinvolti nelle diverse attività dell’azienda.

2) Per aumentare le proprie probabilità di assunzione, rendersi indispensabili è forse uno dei passi più importanti da fare. Essere disponibili, veloci, capaci di risolvere i problemi, sono alcune delle caratteristiche valutate dalle aziende in modo più che positivo.

4) Risultare versatili, interessati anche ad altre mansioni diverse da quelle proprie.

5) Integrarsi con il team in modo da riuscire a collaborare in maniera produttiva con gli altri dipendenti.

3) Rispettare le regole dell’ufficio, fermarsi oltre l’orario di lavoro quando c’è un’emergenza o una reale necessità, arrivare puntuali sono comportamenti che portano a una valutazione positiva della persona.

In questo articolo puoi leggere la testimonianza, fortemente positiva, relativa ad un’esperienza di stage finalizzato all’assunzione.

E tu come vedi la possibilità di effettuare un periodo di tirocinio o stage (retribuito!) in azienda, pre-assunzione?

Se ti va, raccontaci la tua esperienza 🙂

Il Video-curriculum: uno strumento efficace di self marketing

By | Curriculum, Lavoro, Senza categoria, Video, VideoCV | Comments

Negli Stati Uniti d’America, il Video-curriculum ha rivoluzionato il mercato del lavoro, di chi lo cerca e di chi lo offre.

Recenti sondaggi affermano che il 65% delle imprese ritiene che la video-candidatura diverrà a breve parte integrante del processo di selezione e risulterà non più e non solo un modo per differenziarsi, ma diventerà la prassi. Read More

Il curriculum vitae: il tuo biglietto da visita quando cerchi lavoro

By | Curriculum, Formazione, Istruzione, Lavoro | Comments

Il curriculum vitae è un documento sintetico che riporta i tuoi dati e gli aspetti salienti che riguardano la formazione, le esperienze e le competenze che hai acquisito nel tempo.
Il curriculum formato europeo fornisce un modello comune di riferimento, con l’obiettivo di consentire a tutti i cittadini europei di esprimersi adeguatamente e valorizzare le proprie competenze.

Read More