Il curriculum vitae: il tuo biglietto da visita quando cerchi lavoro

Il curriculum vitae è un documento sintetico che riporta i tuoi dati e gli aspetti salienti che riguardano la formazione, le esperienze e le competenze che hai acquisito nel tempo.

curriculum-vitae la vignetta di Katia Mariani

Un curriculum vitae [solitamente abbreviato in CV] può essere sintetizzato ed articolato secondo il seguente schema di informazioni:

1) NOME e COGNOME
2) DATI ANAGRAFICI: indirizzo, numero di telefono di casa e cellulare, e-mail, data di nascita, cittadinanza
3) ISTRUZIONE/FORMAZIONE: titolo di studio, nome dell’istituzione che ha rilasciato il titolo, data e voto. I titoli devono essere in sequenza partendo dal più recente.
4) ESPERIENZA PROFESSIONALE: elenco delle esperienze lavorative con il nome del datore di lavoro, il ruolo ricoperto, periodo (stage, tirocini, ecc…)
5) COMPETENZE PERSONALI: caratteristiche e attitudini personali come la disponibilità all’ascolto, sensibilità verso le persone, grande capacità di empatia, orientamento di problemsolving.
6) COMPETENZE TECNICHE: utilizzo dei sistemi informatici, i programmi conosciuti, conoscenza delle lingue straniere,  ecc…
7) INTERESSI: attività extraprofessionali come la musica, la lettura, il disegno ecc….
8) ALTRE COMPETENZE: competenze non precedentemente indicate.
9) PATENTE O PATENTI
10) ULTERIORI INFORMAZIONI
11) AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DEL D.LEGS 196/2003
12) DATA e FIRMA

Il curriculum formato europeo fornisce un modello comune di riferimento, con l’obiettivo di consentire a tutti i cittadini europei di esprimersi adeguatamente e valorizzare le proprie competenze.

È una dichiarazione certificata che fornisce informazioni su:

  • Qualifiche e titoli di studio
  • Esperienze lavorative
  • Competenze linguistiche
  • Abilità e competenze acquisite anche al di fuori dei percorsi istituzionali di formazione

Gli errori più comuni da evitare quando si scrive il Curriculum

Fai attenzione ad ogni piccolo dettaglio quando scrivi il tuo CV. È necessario, evitare alcuni errori comuni, commessi soprattutto da chi è alle prime armi.

Ecco gli errori più comuni da evitare quando si scrive il Curriculum:

  • Omettere le informazioni personali e i dati anagrafici come Nome, Cognome, data e luogo di nascita e di residenza, nazionalità per gli stranieri
  • Omettere i contatti (e-mail e numero di telefono)
  • Citare esperienze e studi con dettagli non rilevanti o poco significativi
  • Esagerare nel descrivere competenze oppure includere capacità che non si posseggono
  • Omettere il consenso al trattamento dei dati personali
  • Omettere la firma

Quando utilizzare il curriculum?

Il CV deve essere utilizzato nei seguenti modi:

 → inviato o consegnato per ottenere un colloquio di autocandidatura;

→ inviato in risposta ad un annuncio di lavoro;

→ distribuito tra gli amici e i conoscenti per rendere visibile la ricerca;

→ inviato a enti o società per inserimento in banche dati;

→ consegnato al selezionatore in occasione del colloquio;

→ inserito via internet nei forum di raccolta e di incrocio domanda-offerta

Ecco alcune linee guida da seguire nella stesura del tuo CV

facile da leggere;

corretto; perciò, attento agli errori grammaticali;

sintetico, riportando solo le informazioni salienti;

mirato, ossia coerente con i requisiti della professione e dell’azienda;

esauriente, ossia completo di tutte le indicazioni utili per la selezione

Inoltre per facilitare la lettura è opportuno utilizzare una chiara e gradevole impostazione grafica, utilizzando corsivi, grassetti e spaziature per facilitare il compito del selezionatore.

Qui troverai il link diretto per scaricare il documento base che potrai completare inserendo i tuoi dati.

Hai trovato questo articolo interessante? Conosci altre linee guida e/o errori che vorresti segnalare e condividere?

Faccelo sapere 🙂

 

 

One Comment