La social reputation: oltre il curriculum vitae

By 30 Luglio 2012Curriculum, Lavoro

Nell’epoca visiva, dove le infografiche riescono a suscitare più interesse di un testo di 50 righe scritte su word, il curriculum cartaceo ha fatto il suo tempo e si rinnova in altre forme dove il selezionatore ha in modo immediato accesso alle informazioni chiave riguardo al candidato.

In questo interessante articolo di Piarulli Laura si cerca di chiarire la situazione attuale della domanda di lavoro, su come farla e quali siano le modalità di presentazione più valide.

In questo momento, le aziende sono alla ricerca soprattutto di talenti che si distinguono per la loro Social Reputation sui principali siti social, con particolare attenzione a siti come  Linkedin.

Il candidato si espone sui forum di discussione tematici e fornisce al selezionatore informazioni che vanno al di là di un semplice elenco di esperienze lavorative sterili.

Le dinamiche di comunicazione e relazione via internet, l’uso sapiente degli strumenti tecnologici e la strategia di presentazione del proprio profilo professionale sono aspetti del candidato che possono essere discriminanti fra essere un candidato e “quel candidato”, fra essere uno dei tanti ed essere un nome e cognome.

Ecco, quindi, che in un mercato del lavoro dove sempre più sia il candidato sia l’azienda sono diventati “compratori” di lavoro l’uno, e di “know how” l’altro, internet offre la piazza dove conoscersi e scegliersi, prima ancora del colloquio vis a vis.

E tu, utilizzi qualche servizio online per diffondere i tuoi curricula, oppure preferisci affrontare il colloquio alla vecchia maniera, faccia a faccia?